E-commerce. Pubblicità e confronto delle soluzioni

Pubblicità e promozione

google-merchantAprire un negozio on-line ed aspettare che i clienti arrivino da soli è l’errore più comune. Dovete comunicare al mondo del Web l’apertura del vostro negozio e l’unicità della vostra offerta. E non una sola volta ma continuativamente. Il modo più immediato per farsi pubblicità sulla rete è sicuramente una campagna su AdWords di Google e su Google Merchant Center che vi permettono di pubblicizzare i vostri prodotti su siti che accettano inserzioni di questo circuito sia tramite le schede di Prodotto o Campagne Shopping  che saranno pubblicate a fianco dei risultati di ricerca su Google.

Gestire al meglio una campagna di ADWords può spaventare i meno esperti. Vi suggeriamo di rivolgervi ad un consulente il cui costo sarà ripagato dai risparmi che riuscirete ad ottenere bilanciando il rendimento delle campagne.

Rammentate comunque che Internet è un mondo dinamico; dovrete pertanto prevedere promozioni periodiche da comunicare sia tramite campagne di ADWords che con invii di mail ai vostri clienti.


Posso fare tutto da solo?

consulenteSe siete smart con la tecnologia e con la lingua Inglese potete sicuramente affrontare l’apertura di un semplice negozio ma vi consigliamo di consultare sia in fase preventiva che successivamente alla messa on-line di rivolgervi ad un consulente esperto che sappia consigliarvi che il tipo di negozio on-line scelto sia calato sulle vostre necessità e capacità tecnologiche. Lo stesso consulente, dopo l’apertura, vi indirizzerà verso le azioni da intraprendere per promuovere la vendita on-line dei vostri prodotti.


Conclusioni

budgetAvete ora tutte le informazioni per valutare se aprire il vostro negozio on-line e scegliere quale soluzione e tipo di pagamenti adottare. Tramite un semplice foglio di calcolo potete ipotizzare, per le diverse soluzioni, i margini di guadagno ipotizzando diversi volumi di vendita. Lo stesso foglio di calcolo aggiornato costantemente vi consentirà di monitorare il raggiungimento dei risultati. Sulla scelta del tipo di piattaforma di vendita da adottare valutate attentamente le risorse umane ed economiche a disposizione e la vostra affinità con la tecnologia.

Non è raro trovare negozi on-line che oltre al proprio sito di e-commerce gestiscano contemporaneamente negozi su eBay e Vetrine su Amazon per poi scegliere, in base alla convenienza ed al volume di affari, la soluzione più vantaggiosa.

Se desiderate uno studio di fattibilità sull’apertura del vostro progetto di e-commerce potete contattare Fabrizio Azzali, l’autore di questo articolo, all’indirizzo mail fabrizioazzali@gmail.com.

Di seguito un tabella comparativa ma non esaustiva delle tre soluzioni professionali adatte ad un negozio di vendita on-line.

Soluzione
eBay
Base
eBay
Premium
Amazon Individuale
Amazon
Pro
Sito
e-commerce
Set-up
0
0
0
0
2.000 € (1)
Fee annuo
239,4 €
468,0 €
0
468,00 € (2)
60 € (3)
Negozio dedicato
SI
SI
Vetrina Leggi
Vetrina LeggiSI
Fee inserzione
Nessuno (4)
Nessuno
0,99 € cad.
Nessuno
Nessuno
Fee su vendita (5)
10%
10%
dal 7 al 15%
dal 7 al 15%
Nessuno
Pagamento
PayPal + carte di credito
PayPal + carte di credito
Gestito da Amazon
Gestito da Amazon
A scelta
Logistica
In proprio
In proprio
SI (6)
SI (6)
In proprio (7)
Concorrenza
Alta
Alta
Alta
Alta
Nessuna
Categorie Merceologiche
Tutte
Tutte
Non tutte
Tutte
Tutte

  1. Costo stimato per un sito di e-commerce sviluppato con piattaforma open source ed ospitato su di un nome a dominio dedicato
  2. Per il primo anno 351 €
  3. Per Hosting base + DB
  4. Fino a 100 inserzioni
  5. Escluse le commissioni di pagamento
  6. A pagamento
  7. Collegamento possibile con logistica Amazon

Fonti e link alla data della pubblicazione di questo articolo

Sono consulente di Web Marketing, SEO e Web design. Realizzo siti internet portando sui nuovi media l'esperienza acquisita in 30 anni di lavoro nella comunicazione a Roma, Firenze, Milano e New York.

Altri trucchi e consigli

Leggili tutti

    Comments are closed.